L’anno Bio Suisse in cifre

Ecco la composizione delle entrate di Bio Suisse e le prestazioni fornite dall’associazione nel 2017.

Per maggiori dettagli cliccare sulle rubriche.

15 057 557 CHF

3 409 861 CHF

9 483 855 CHF

1 062 208 CHF

1 101 633 CHF

  • TOTALE ENTRATE
  • CONTRIBUTI DEI PRODUTTORI
  • PROVENTI DA LICENZE
  • CONTRIBUTI FEDERALI
  • ALTRE ENTRATE

TOTALE ENTRATE

+4,4%è l’aumento delle entrate nel 2017

I proventi derivanti dalle tasse di licenza, dai contributi dei produttori, da contributi federali e da diverse altre fonti nel 2017 sono aumentati di 632 432 franchi raggiungendo quota 15 057 557 franchi. Si tratta di una crescita del 4,4 per cento rispetto all’anno precedente. Nel bilancio Bio Suisse indica i propri proventi riferiti al volume totale delle entrate.

CONTRIBUTI DEI PRODUTTORI

22,6%è la percentuale dei contributi dei produttori in rapporto al totale delle entrate

I contributi dei produttori Gemma rappresentano circa un quinto delle entrate complessive di Bio Suisse. Accanto alla quota associativa annuale di 100 franchi vi sono contributi variabili, calcolati per esempio in base alla superficie e alle unità di bestiame grosso (UBG) nonché contributi vincolati a finalità specifiche come i contributi per frutta a granella o per la campicoltura.

Per la promozione delle vendite Bio Suisse riceve fondi da altre organizzazioni di categoria, per esempio dai Produttori svizzeri di latte (PSL) o da GalloSuisse.

PROVENTI DA LICENZE

63%è la percentuale dei proventi da licenze in rapporto al totale delle entrate

Gran parte delle entrate proviene da tasse di licenza e dalle tariffe per l’uso del marchio. Per l’uso della Gemma come marchio, Bio Suisse riceve dai partner una tassa dipendente dalla cifra d’affari. I licenziatari sono aziende di trasformazione in Svizzera o importatori di merce prodotta all’estero secondo le direttive Bio Suisse.

Le entrate da tariffe per l’uso del marchio provengono per esempio da esercizi di ristorazione che utilizzano prodotti Gemma e che sfruttano la Gemma per la comunicazione.

CONTRIBUTI FEDERALI

7,1%è la percentuale dei proventi dei contributi federali in rapporto al totale delle entrate

La Confederazione sostiene campagne e misure di comunicazione per l’agricoltura svizzera e fornisce in tal modo un contributo attivo alla promozione delle vendite di prodotti bio svizzeri e allo sviluppo del mercato bio. Bio Suisse utilizza questi fondi per accrescere la notorietà della Gemma e quindi per l’immagine bio in generale nonché per la promozione delle vendite e il sostegno ai produttori.

Concretamente Bio Suisse lancia campagne di comunicazione su diversi media, realizza promozioni, mette a disposizione materiale pubblicitario ed è presente a diversi mercati.

ALTRE ENTRATE

7,3%è la percentuale di altre forme di contributi in rapporto al totale delle entrate

Bio Suisse, oltre alle entrate provenienti dalle licenze e ai contributi dei produttori, consegue anche altre entrate. Ne sono esempio i 227 027 CHF provenienti dalla vendita di annunci e di abbonamenti della rivista Bioattualità che Bio Suisse pubblica assieme all’Istituto di ricerca dell’agricoltura biologica (FiBL). Inoltre sono stati versati contributi dal Fondo Coop per lo sviluppo sostenibile, che cofinanzia progetti nell’ambito dell’agricoltura biologica come la giornata svizzera della campicoltura (www.bio-ackerbautag.ch).

Circa 176 000 franchi provengono dalle vendite dello shop online di Bio Suisse sul sito shop.bio-suisse.ch, che permette ai produttori di acquistare materiale da imballaggio e pubblicitario uniforme con la Gemma al prezzo di costo.

15 016 804 CHF

1 288 141 CHF

1 320 337 CHF

3 783 278 CHF

5 118 300 CHF

1 483 334 CHF

1 256 384 CHF

767 030 CHF

  • TOTALE USCITE
  • ASSOCIAZIONE
  • GESTIONE E POLITICA
  • ASSICURAZIONE E SVILUPPO DELLA QUALITÀ
  • MARKETING
  • COMUNICAZIONE AZIENDALE
  • FINANZE E SERVIZI
  • MEZZI VINCOLATI A FINALITÀ SPECIFICHE

TOTALE USCITE

+2,1%è l’aumento delle uscite rispetto al 2016

Le uscite di Bio Suisse sono costituite dai settori associazione, direzione e politica, assicurazione e sviluppo della qualità, marketing, comunicazione aziendale, finanze e servizi nonché fondi vincolati a finalità specifiche. Con 15 016 804 franchi sono leggermente inferiori alle entrate e ne risulta pertanto un avanzo di 40 753 franchi. Nel bilancio Bio Suisse indica le proprie uscite riferite al volume totale delle spese.

ASSOCIAZIONE

8,6%è la percentuale in rapporto al totale delle uscite

Le uscite dell’associazione sono composte da spese per le assemblee dei delegati, le conferenze dei presidenti e le riunioni del consiglio direttivo, della commissione della gestione, delle commissioni del marchio e di altri organi nonché dai contributi alle organizzazioni associate.

Bio Suisse nel 2017 ha sostenuto le organizzazioni associate con contributi diretti pari complessivamente a 172 274 franchi. Inoltre ha versato 209 050 franchi per 31 progetti volti al rafforzamento delle organizzazioni associate. Bio Suisse nel 2017 ha per esempio sostenuto diversi gruppi di lavoro per la campicoltura, incontri regionali e l’apposizione di cartelli Gemma sulle aziende e ai bordi dei campi. Inoltre sono stati versati importanti contributi per un negozio pop up di Bärner Bio Bure, per la partecipazione alla Ville du goût a Neuchâtel, per incrementare la coltivazione di ciliegi bio ad alto fusto da parte di Biofarm e per la partecipazione alla fiera Agrischa nei Grigioni.

GESTIONE E POLITICA

8,8%è la percentuale in rapporto al totale delle uscite

Nel 2017 Bio Suisse ha promosso fra l’altro progetti relativi ai settori selezione vegetale, formazione ed esperimenti pratici in orticoltura bio. Bio Suisse, inoltre, ha partecipato al Forum nazionale per la ricerca bio, che ha diretto nel 2017.

Bio Suisse si è pure impegnata a favore di questioni politiche importanti, fra l’altro per il piano d’azione pesticidi e contro l’uso di tecnologia genetica e ha elaborato prese di posizione e dichiarazioni relative a diverse iniziative concernenti l’agricoltura. Bio Suisse inoltre finanzia l’ufficio di mediazione per relazioni commerciali eque.

ASSICURAZIONE E SVILUPPO DELLA QUALITÀ

25,2%è la percentuale in rapporto al totale delle uscite

Le uscite per l’assicurazione e lo sviluppo della qualità sono al secondo posto tra le voci delle uscite. In concreto si tratta di costi per la pubblicazione di direttive, misure per la promozione della sostenibilità, gestione delle anomalie e dei rischi e sorveglianza del controllo e della certificazione di prodotti Gemma. Per tutti i prodotti trasformati da licenziatari la licenza va concessa prima che vengano immessi sul mercato, ne viene cioè verificata la conformità alle direttive. Contadini e trasformatori possono avvalersi di un servizio di consulenza sulle direttive e di servizi come il conferimento della Gemma Bio Gourmet o il progetto di consulenza PROVIEH. Inoltre viene controllata la tracciabilità delle importazioni.

MARKETING

34,0%è la percentuale in rapporto al totale delle uscite

La parte più importante delle uscite di Bio Suisse è rappresentata dal marketing e include i settori pubblicità, gestione dei prodotti, cooperazioni, servizi alla clientela, key account management nonché sviluppo e protezione del marchio. Nel 2017 sono state fra l’altro portate avanti la comunicazione sui social media e la campagna online «È tutto collegato».

Mediante promozioni, degustazioni e concorsi è stato promosso lo smercio di prodotti bio, per esempio con l’installazione in un centro commerciale di un congegno automatico con una webcam collegata a una fattoria Gemma. Premendo un pulsante i passanti potevano attivare una spazzola per massaggiare le vacche da latte di un’azienda bio che si trovava a 50 km di distanza. I passanti che tenevano premuto il pulsante per un certo periodo di tempo ricevevano in omaggio, come forma di ringraziamento, del latte bio.

Bio Suisse ha inoltre creato trasparenza nei mercati agricoli, per esempio con tavole rotonde, riunioni di gruppi di esperti e tornate negoziali per i prezzi indicativi con i produttori e i settori. Bio Suisse ha sostenuto i venditori diretti sovvenzionando materiale per la promozione delle vendite.

COMUNICAZIONE AZIENDALE

9,9%è la percentuale in rapporto al totale delle uscite

La comunicazione aziendale di Bio Suisse prepara contributi redazionali relativi all’agricoltura biologica e alla Gemma e li mette a disposizione su diversi canali di comunicazione come media, siti internet, newsletter e blog. La parte principale dei costi è dovuta alla redazione e alla pubblicazione di Bioattualità, la rivista comune di Bio Suisse e il FiBL.

Un progetto importante nel 2017 è stato la rielaborazione completa del sito internet di Bio Suisse e di numerose sottopagine. Inoltre il rapporto annuale è stato pubblicato per la prima volta in versione integrale online.

FINANZE E SERVIZI

8,4%è la percentuale in rapporto al totale delle uscite

Una parte delle uscite del settore finanze e servizi è dovuta alle spese per la contabilità, l’informatica, il personale e l’amministrazione. Bio Suisse ha per esempio costituito accantonamenti per l’infrastruttura informatica in modo da poter raggiungere gli obiettivi fissati.

Lo scorso anno Bio Suisse ha permesso ai collaboratori di partecipare a corsi di perfezionamento nel campo delle tecniche di lavoro e ha inoltre organizzato diversi corsi di conversazione in francese.

MEZZI VINCOLATI A FINALITÀ SPECIFICHE

5,1%è la percentuale in rapporto al totale delle uscite

I mezzi vincolati a finalità specifiche, come i contributi per frutta da mosto e per la campicoltura, nel 2017 sono stati utilizzati per diversi progetti per la promozione della coltivazione biologica e la commercializzazione. I fondi sono stati utilizzati in particolare per la ricerca, per esempio per la soia commestibile e la lavorazione delicata del suolo. I mezzi vincolati a finalità specifiche per la carne sono stati fra l’altro utilizzati per la trasparenza del mercato e le vignette per il traffico di animali.